Condominio e istruzioni in caso di emergenza

Condominio e istruzioni in caso di emergenza

condominio istruzioni emergenza
Condividi ...

Intanto alcuni divieti

Per l’incolumità delle persone presenti nello stabile e in disposizione delle nuove normative antincendio di cui al D.M. del 25/01/2019 sulle norme di sicurezza antincendi per gli edifici di civile abitazione si rammenta che è vietato ingombrare con materiale vario le uscite di sicurezza e le vie di esodo (scale e pianerottoli) che devono essere facilmente fruibili in caso di emergenza.

Tenete a portata di mano una torcia elettrica (meglio se con ricarica a manovella). Serve in caso di mancanza di corrente, ma anche per segnalare la vostra presenza.

Condominio: emergenza incendio

Appena scoprite un principio di incendio, allertate immediatamente i soccorsi fornendo le vostre generalità, l’indirizzo dello stabile e dove è in corso l’incendio ed altre informazioni utili (es. incendio in un appartamento, nella zona cantine, nel vano scale, lato cortile, presenza di autorimessa, ecc.), allertate gli altri condòmini.

Nel vostro appartamento chiudete il gas e staccate l’interruttore generale della corrente elettrica.

Se presente non usate l’ascensore.

Se vedete provenire del fumo da sotto la porta di ingresso non toccate la maniglia della porta a mani nude; il fuoco potrebbe aver raggiunto la porta e vi provochereste delle ustioni. Se la maniglia è fredda aprite con cautela la porta stando dietro ad essa.

Se le fiamme sono nelle scale e non potete scendere ponete dei panni magnati sotto la porta di ingresso e recatevi sul balcone, possibilmente lato strada, per facilitare i soccorsi.
Se l’incendio si è sviluppato nella vostra abitazione allora uscite immediatamente chiudendovi la porta alle spalle per rallentare la propagazione dell’incendio e chiudete il gas e staccate l’interruttore generale della corrente elettrica.

Se dovete evacuare l’edificio, non correte, non urlate, creerete solo confusione e panico. Se presente, seguite i percorsi indicati dalla cartellonistica di emergenza.

Se siete in grado attivatevi per staccare gli interruttori generali del condominio.



Condominio: emergenza terremoto

Appena avvertite la scossa aprite la porta del pianerottolo per evitare che la scossa la danneggi e ne impedisca la successiva apertura.

Nel vostro appartamento chiudete il gas e staccate l’interruttore generale della corrente elettrica.

Se presente non usate l’ascensore.

Non correte giù per le scale, in caso di forte scossa sono soggette a crollo.

Non rifugiatevi sui balconi, tendono a collassare e potreste essere colpiti dalla caduta di vetri, tegole e calcinacci.

Se siete al piano terra, abbandonate l’edificio; uscite coprendovi la testa (es. con un cuscino) per ripararvi dalla caduta di tegole, calcinacci, vetri, ecc.

Se siete ai piani superiori, attendete la fine della scossa vicino ad un pilastro portante, un muro maestro o sotto l’architrave di una porta con un cuscino a protezione del viso e della testa. In alternativa riparatevi sotto un tavolo. Non state vicino a finestre o specchi che frantumandosi potrebbero ferirvi, allontanatevi da pensili, mensole e mobili alti.

Terminata la scossa, prendete un capo di abbigliamento (meglio se antipioggia), una coperta e, dopo esservi accertati della stabilità delle scale, abbandonate l’edificio.

Il numero unico di emergenza 112 è il numero di telefono per contattare i servizi di emergenza nell’Unione europea, attivo in tutti gli stati europei.

Condominio: Emergenza calamità naturali

Esondazione e allagamento

In caso di allagamento:

  • staccate l’interruttore generale della corrente elettrica e chiudete il gas.
  • Se presente non usate l’ascensore
  • Rifugiatevi nei piani alti dell’edificio
  • Abbandonate immediatamente i locali seminterrati ed interrati (cantine, garage, autorimesse ecc.)
  • Attendete i soccorsi sui balconi,o alle finestre lato strada per facilitare l’intervento dei soccorritori

Eventi atmosferici gravi

In caso di eventi atmosferici gravi (trombe d’aria, temporali violenti ecc.):

  • chiudete il gas e staccate l’interruttore generale della corrente elettrica.
  • Se presente non usata l’ascensore
  • Attendete la fine dell’evento al chiuso con le serrande abbassate, non aprite le finestre, non riuscireste più a richiuderle.
  • Non state sul balcone (anche se verandato) potreste venir colpiti da oggetti trasportati dal vento, non sostate vicino alle finestre che frantumandosi potrebbero ferirvi.

Attenzione all’utilizzo di naspi e idranti antincendio

Nei condomini possono essere presenti degli idranti o naspi alimentati ad acqua. L’utilizzo degli idranti e naspi non è semplice e presenta dei pericoli tra i quali la difficoltà nello srotolamento della manichetta, la non corretta impugnatura della lancia e la pressione dell’acqua che rendono problematica la direzione del getto con conseguenti gravi rischi per l’incolumità personale (es. pericolo di fulminazione se il getto d’acqua viene direzionato su parti elettriche in tensione ecc.)

L’utilizzo degli idranti e dei naspi è sconsigliato alle persone non adeguatamente addestrate.



You must be logged in to post a comment